Ricetta 50: POLLO ALLA MARENGO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
1 Pollo
4 Funghi porcini
4 fette di pane
uno spicchio d’Aglio
1/2 litro di Vino bianco
1 Limone
1 ciuffo di Prezzemolo
4 Uova medie
50ml circa Olio di oliva extravergine
Sale fino q.b
Pepe macinato q.b
500gr Pomodori pelati
4 Crostacei gamberi di fiume o scampi

PREPARAZIONE
Iniziate fiammeggiando il pollo per eliminare le eventuali penne, poi incidetelo per la lunghezza e apritelo.Tagliate le ali e dividete il pollo in pezzi facendo attenzione a non frammentare le ossa.Passate i pezzi di pollo nella farina; poi sbucciate lo spicchio d’aglio e tritate finemente il ciuffo di prezzemolo.Pulite i funghi e affettateli finemente. Poi passate i pomodori pelati e raccogliete la polpa in una ciotolina. In una padella scaldate un filo d’olio con lo spicchio d’aglio sbucciato; quindi aggiungete i pezzi di pollo e fateli rosolare.Salate e pepate a piacere e quando il pollo sarà ben rosolato, versate 100 ml di vino bianco. Fate evaporare prima di versare la passata di pomodori pelati. Fate cuocere per circa 20 minuti con il coperchio.Dopodiché unite i funghi al pollo e lasciate cuocere per altri 20 minuti. Intanto pulite gli scampi sotto acqua corrente e incidete il carapace.In una casseruola versate il restante vino bianco, salatelo e non appena inizierà a sobbollire versate gli scampi facendoli cuocere per almeno 5 minuti.Scolate gli scampi e uniteli al pollo in padella,poi aggiungete anche il succo di limone, mescolate e pochi minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungete il prezzemolo tritato.In una padella versate 3 cucchiai d’olio, fate tostare le fette di pane mentre in un’altra padella friggete per pochi minuti le uova con altri due cucchiai d’olio salandoli leggermente.Trasferite poi il pollo alla Marengo su un piatto da portata e affiancate i crostoni di pane su cui adagerete le uova.

CURIOSITA’:
Oltre ad essere una ricetta molto saporita, questo piatto ha anche alle spalle un origine storica ed una leggenda legata  al grande condottiero Napoleone Bonaparte. Marengo è, infatti, il nome della località a sud di Torino dove Napoleone sconfisse il 14 Giugno 1800 gli Austriaci, nella famosa omonima battaglia. La leggenda narra che una volta conclusa la battaglia, visto che Napoleone era solito non mangiare durante, il condottiero chiese al suo chef personale, Dunand, di preparargli la cena. Colto alla sprovvista ed a corto di provviste a causa della lunga durata della battaglia, Dunand recuperò pochi ingredienti che evidentemente riuscì a combinare tra loro in modo geniale: uova, pomodori, gamberi di fiume, 1 gallina starnazzante, qualche spicchio di aglio, dell’ olio e qualche pezzo del suo pane. Pare che una volta gustato, questo piatto piacque così tanto al valoroso condottiero che ordinò allo chef Dunand di prepararglielo alla fine di ogni battaglia.

Lascia una risposta

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>